Ultime notizie AC

Newsletter








Consiglio Parrocchiale
Consiglio Parrochiale del 30.06.2011 PDF Stampa E-mail
VERBALE DELLA I RIUNIONE ORDINARIA
CONSIGLIO PARROCCHIALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN DOMENICO

Oggi, 30 giugno 2011, alle ore 20,50, presso la sede associativa sita in p.zza San Domenico 15, ha avuto inizio la I riunione ordinaria del Consiglio Parrocchiale dell'Azione Cattolica della Parrocchia San Domenico di Putignano. I consiglieri sono stati convocati con lettera personale datata 25 giugno 2011.
Sono presenti, oltre al Presidente del Consiglio Polignano Vincenzo, al vice Parroco don Davide Garganese, in vece dell'Assistente Parrocchiale, al segretario Mezzapesa Giovanni, i consiglieri: Console Claudio, Delfine Giuseppe, Ingellis Vita, Lattarulo Gianpaolo, Lippolis Maurizio, Marchitelli Mirella, Mezzapesa Domenica (Dominga), Romanazzi Rosa.
Sono assenti il consigliere Mastrangelo Rinaldo, il consigliere Todisco Anna per motivi famigliari e l'amministratore Mastrangelo Anna Maria per motivi professionali.
All'ordine del giorno sono i seguenti punti:
1.    Preghiera iniziale;
2.    Approvazione verbale consiglio precedente;
3.    Programmazione Anno Associativo 2011-12 (I PARTE);
4.    Varie ed eventuali.
L'incontro, presieduto da Vincenzo Polignano, ha inizio con un momento di preghiera guidato da don Davide Garganese.
Il consigliere Gianpaolo Lattarulo legge il verbale della III Riunione Straordinaria del Consiglio che viene approvato all'unanimità.
Il presidente, sostenuto dai responsabili di Settore ACR, sottolinea l'importanza di conservare l'identità associativa anche durante i ritiri spirituali in preparazione alla Celebrazione dei Sacramenti.
Il consigliere Mirella Marchitelli propone di ritagliare dei momenti durante i ritiri in cui concentrare l'attenzione sulle proposte del Centro Nazionale.
In relazione al gruppo famiglie di AC, si rimarca la necessità di individuare dei momenti formativi di stretto carattere associativo, prevedendo un ritiro spirituale nei tempi forti.
Per il prossimo anno alcuni consigliano di prevedere il ritiro di fine anno in una località vicina al Paese.
Alcuni consiglieri sottolineano come l'identità associativa viene messa in risalto soprattutto partecipando ai momenti associativi proposti dal Centro Diocesano di AC.
Claudio Console vorrebbe che la Festa del Ciao fosse partecipata solo dai ragazzi di ACR o quantomeno che la festa conservasse il significato di accoglienza per i nuovi ragazzi e fosse meglio preparata.
I responsabili dell'articolazione dell'ACR elencano i nomi degli educatori dei vari gruppi sottolineando come il gruppo di I elementare resterebbe scoperto, anche a causa del fatto che l'educatore Claudio Console non rinnova la sua disponibilità per motivi personali.
Inoltre si ripresenta il problema che alcuni assistenti non siano tesserati e soprattutto non partecipino ai momenti di formazione proposti dall'Associazione.
Alcuni evidenziano la necessità degli assistenti anche se non tesserati per evitare di non poter formare alcune classi di catechismo.
Giovanni Mezzapesa sottolinea come anche la formazione proposta dal centro diocesano abbia, in molti casi, un basso profilo.
Giuseppe Delfine sottolinea come il problema educativo dell'ACR nasce dalla mancanza di giovani ed adulti formati che possano impegnarsi nella formazione dei piccoli.
Don Davide evidenzia che i luoghi formativi non sono solo quelli proposti dall'Associazione.
Giovanni chiede al Consiglio di prendersi una responsabilità sul da farsi evitando di rimanere fermi sul punto in questione: chiede di mettere ai voti se rimandare a casa i ragazzi dell'ACR di quei gruppi che non potrebbero formarsi per la mancanza di assistenti formati in ambito associativo e/o privi dell'esperienza Associativa o mantenere lo status quo.  
Il Consiglio a maggioranza accetta di mantenere lo status quo con l'unico voto contrario di Claudio Console.
Giuseppe Delfine evidenzia l'assenza di giovani e propone di raggiungere sempre più giovani per poter allargare il proprio bacino di utenza e formare i formatori di domani.
Giuseppe propone come animatori per il Gruppo 18-25 Gianni Mezzapesa e Mirella Marchitelli e per il Gruppo 26-30 Don Davide.
Gianni vorrebbe evitare di ritornare a seguire un  gruppo che è nato sotto la sua guida e quella di Mirella.
Maurizio conferma la sua disponibilità a rappresentare l'AC all'interno della Consulta Giovanile e, insieme a Dominga, a seguire il Gruppo Giovanissimi.
Giuseppe propone, eventualmente, di separare gli animatori del Gruppo Giovanissimi affinché prendano un gruppo a testa coadiuvati da un assistente.  
Infine Giuseppe propone di nominare un nuovo Responsabile Giovani che lo possa affiancare ed il Presidente propone Annalisa Polignano: il Consiglio e il vice Parroco accolgono positivamente la scelta.
Per il Settore Adulti, Rosa Romanazzi evidenzia come la presenza stabile del Parroco o del vice Parroco ha fatto aumentare la partecipazione.   
Il segretario invita i consiglieri a divulgare l'organizzazione degli Esercizi Spirituali proposti dal Settore Adulti Diocesano.
Viene proposta come periodo di convocazione per il prossimo consiglio la prima parte del mese di settembre.  
Alle ore 22,30 il presidente chiude la riunione augurando la buona notte.

Putignano, 30 giugno 2011
Giovanni Mezzapesa, Segretario