Ultime notizie AC

Newsletter








Settore Giovani
"C'è di più...diventiamo grandi insieme" - Camposcuola diocesano giovanissimi PDF Stampa E-mail
Scritto da Azione Cattolica   
Sabato 11 Settembre 2010 10:57
giovanissimicampohomeQuesto campo ci ha offerto tantissimi momenti da condividere con gli altri ragazzi. Il camposcuola è stato intitolato"C'è di più...diventiamo grandi insieme". Essendo un campo diocesano abbiamo avuto la possibilità di confrontarci in grande. Eravamo ben 90 ragazzi che hanno condiviso tantissime emozioni. La giornata tipo era:
dopo una sveglia frastornante, formavamo un cerchio e si introduceva la giornata. Dopo si correva a fare colazione e i vari gruppi collaboravano a preparare, servire la colazione e a pulire il refettorio.
Prima di suddividerci in gruppi ci riunivamo nel refettorio per vedere un flash del film di San Francesco. (continua)
Su di esso i sacerdoti spiegavano brevemente cosa significassero i gesti del Santo e come noi potevamo adattarli ai nostri giorni. In seguito ci suddividevamo in gruppi di studio ed in essi ogni giorno si sviluppava un argomento. Nei gruppi si scambiavano idee, pensieri che oltre a seguire l'argomento erano collegati alla nostra vita.
Ci siamo divertiti tantissimo con il momento della manualità. Ad esempio un giorno dovevamo costruire una Chiesa.
Allo stesso modo della colazione i gruppi collaboravano anche per il pranzo. In questi momenti che potevano sembrare scoccianti e poco divertenti, noi ragazzi ci siamo divertiti a lavare i piatti, spazzare e un po' di meno a lavare i bagni...
Il pomeriggio era il momento dove ci potevamo completamente scatenare. Ogni giorno c'erano giochi differenti, e i più belli sono stati sicuramente i giochi d'acqua. Completamente inzuppati tornavamo nelle camere e si correva a cena. La sera era il momento della giornata più bello; una sera il campo si è trasformato in una discoteca, un'altra sera dopo un momento di preghiera il campo si è trasformato in un osservatorio. La terza sera il campo è diventato un campo di battaglia ispirato al gioco Risiko.  L'ultima sera eravamo intrepidi di incominciare la famosa "caccia al tesoro". I biglietti erano stati sparsi ovunque nel campo. Divisi in gruppi ci siamo sparpagliati i biglietti ed io fortunatamente ho avuto la possibilità di avere la "regina mondiale" per cinque anni consecutivi di caccia al tesoro.
Ci sono stati momenti di riflessione sia collettivi che individuali. Un esempio di quella individuale è stato il deserto. Questo momento ha occupato l'intera mattinata ed è stato davvero costruttivo parteciparvi. Nel completo silenzio che il campo offriva potevamo riflettere su di noi e su qualsiasi  argomento. Sul sussidio c'erano degli spunti che ci potevano servire per ampliare la nostra riflessione.
Ma la notte non credete che come bravi bambini andavamo a letto; si continuava a divertirsi...
Il campo diocesano si è concluso nel miglior modo possibile. Infine dopo aver preparato le valigie e aver ripulito tutto ci siamo raccolti nel refettorio per discutere su come è andato il campo. Ci sono stati ringraziamenti, pianti, sorrisi, riflessioni su questi 5 giorni che nessuno di noi scorderà mai.  Dopo la discussione, gli educatori ci hanno regalato un cappellino con il titolo del campo. Tra le mille firme e mille foto ci siamo salutati. Il campo ci ha regalato tantissime amicizie che non sono certo rimaste tra le quattro mura del campo. Un primo ringraziamento personale va a Maurizio, il nostro educatore, che ci ha dato la possibilità di provare questa nuova e stupenda avventura.
Inoltre ringrazio Stefano il punto di riferimento dei cinque giorni, che ho avuto la fortuna di conoscere perché è stato, anche se per pochissimi giorni, un ottima persona con cui parlare, riflettere. Un altro ringraziamento ancora va a tutti gli educatori, alle cuoche che ci hanno trattato come se fossimo tutti loro figli, ai sacerdoti che hanno saputo sapientemente regalare le parole di fede. Ed infine un ringraziamento a tutti i ragazzi con cui ho parlato, riso e divertito, perché grazie a loro questo campo mi ha dato tutte queste emozioni che brillano ogni istante nel mio cuore. Ultimo ringraziamento va a i ragazzi del secondo piano, Fantastici e Veri Amici.
Maurizio D.